martedì 23 agosto 2011

Sensibilizzare

Le ferie sono finite, sono ritornata al lavoro!!!!
In questi giorni  ho notato un gran movimento in internet da parte delle disegnatrici di schemi, l'argomento?
LA PIRATERIA, le copie che girano in internet da scaricare illegalmente.
Vi lascio qualche link in modo che possiate leggere aiutandovi con un traduttore come google
LINK
LINK
LINK
LINK
LINK

6 commenti:

  1. Ciao.. ho letto praticamente tutti i blog già ieri e mi mancava il tuo. Mi sono resa conto che è un problema non indifferente. Ma ti faccio una domanda: giustamente alcune di loro dicono che non sono delle multinazionali e che non riescono a combattere queste cose. Una di loro però ha scritto gli articoli francesi che dovrebbero tutelarle. Non c'è proprio modo di fare qualche cosa? Magari unendosi fra di loro e facendo un'azione collettiva o facendo carico di questa cosa i sindacati delle ricamatrici che in Francia so essere abbastanza forti? E' giusto sensibilizzare per carità, però ad un certo punto....P.s. devo ancora cominciare lo schema che mi hai mandato... ne ho una voglia pazzesca ma mi sono promessa di finire tutti gli ufo prima... :-)

    RispondiElimina
  2. Desirèè ti rispondo con una mail perchè il discorso è lungo

    RispondiElimina
  3. Grazie per i link! Anch'io sono tornata a casa dalle vacanze ed è dura non essere a "mollo" al mare...:-( Un caro saluto, Anita Camilla

    RispondiElimina
  4. Hai un blog carinissimo e ti seguo volentieri!
    Se ti va di dare un'occhiata al mio piccolo mondo,sei la benvenuta!Lo trovi qui!

    RispondiElimina
  5. concordo pienamente con i disegnatori.
    sopratutto nel dire che si scaricano una quantità di schemi che poi in realtà non verranno mai ricamati.
    W l'originale.

    RispondiElimina
  6. Ciao Miki, e' un po' che non mi facevo sentire, grazie, e' un po' demoralizzante leggere periodicamente questi articoli, avere un originale e' impagabile, ecco perche' io non vendo nemmeno quelli che ho gia' ricamato ;-)
    Ciao Carmen

    RispondiElimina

Grazie del tuo commento